Prima casa? Ecco come tenerla al sicuro

Il primo appartamento è senza dubbio uno dei momenti più emozionanti della propria vita.

Magari sei da solo o è la tua prima convivenza… Sei finalmente lontano dal controllo dei genitori!

Non vedi l’ora di arredare, avere spazio per respirare, insomma di avere il controllo della tua casa. L’ultima cosa cui penserai è la sicurezza, ma credimi, sarà una delle tue priorità. 

Per approfondire: Vivi da solo/a? 8 consigli per stare al sicuro

  

La sicurezza inizia prima del trasloco

pexels-photo-92866-large 

Mentre sei a caccia di appartamenti, chiedici in che tipo di quartiere che desideri vivere. Che si tratti di un viale alberato in periferia, o di un grintoso loft in una grande città, dài un’occhiata alle statistiche della criminalità della zona.

Su Il giro della nera troverai una mappatura della cronaca nera e del crimine, a partire da Milano: basta luoghi comuni sui quartieri!

Una volta sondato il livello di sicurezza di un quartiere, puoi scegliere il miglior appartamento per te.

Per approfondire: Vivi in un brutto quartiere? Ecco come proteggerti

 

Hai trovato il tuo primo appartamento!

pexels-photo-29280-large

Quando visiti un nuovo appartamento, controlla se ci sono dei punti deboli (porte, infissi, cortile interno, cancello…). Dopo aver firmato un contratto di locazione, la prima cosa da fare è risolvere eventuali problemi di sicurezza. Per fortuna, con un po’ di conoscenza e di ingegno, potrai diminuire eventuali disastri. 

Per approfondire: I 4 sistemi di sicurezza che servono al tuo condominio

 

Fai un giro

pexels-photo-large

Fai una passeggiata intorno all’edificio, tenendo d’occhio i luoghi in cui un ladro potrebbe entrare. Assicurati che le scale non siano visibili o accessibili, che non ci siano alberi troppo vicini alle finestre.

Per approfondire: Nella mente di un ladro

 

Rafforza le porte

maxresdefault 

La maggior parte dei furti avvengono attraverso la porta d’ingresso.

E’ meno sospetto dell’arrampicarsi o del rompere una finestra, inoltre richiede solo un attimo. Le porte sono più vulnerabili nel punto in cui il blocco entra nello stipite. Se preso bene a calci, la serratura può effettivamente scheggiare il legno e svitare la piastra di metallo. 

La prima cosa da fare è sostituire l’intero pezzo, o almeno rimontarlo con viti più grosse, che sostengono il legno più in profondità, il che rende la porta più difficile da sfondare.

I ladri cercano un punto di ingresso facile e veloce. Rendigli le cose difficili!

Se la porta non ha un catenaccio alla serratura catenaccio, parlane con il tuo padrone di casa. 

Per approfondire: Come entrano in casa i ladri?

 

Proteggi le finestre

Photo_Lifestyle_Product_WindowSensor_6465 

Ciò è particolarmente importante se si vive al primo piano: blocca sempre le finestre quando non sei a casa. Se il proprietario non acconsente all’acquisto, comprali di tasca tua, ne varrà la pena. Le finestre sono i secondi punti d’ingresso più comuni per i furti, spesso perché vengono lasciate aperte o vengono chiuse male. 

Per approfondire: 5 punti di facile accesso per i ladri

Aggiungi un sistema di sicurezza

5 MOTIVI PER CUI I SISTEMI SICUREZZA NON FUNZIONANO A CASA

Infine, la cosa più intelligente e più sicura è investire in un sistema di sicurezza domestica. Dopo aver fisicamente assicurato la tua nuova casa, potresti comunque essere vittima di un furto con scasso. 

Ecco perché ho messo a disposizione diversi prodotti in base alle esigenze di ciascuno: dai sistemi wireless, ai cablati, al nebbiogeno (che sinceramente ti consiglio).

Se invece il tuo budget non te lo permette, puoi optare per dei falsi prodotti di sicurezza domestica: non ti daranno una reale protezione, ma sicuramente terranno lontano molti malintenzionati.

 

Il primo appartamento è uno dei tanti luoghi che chiamerai “casa”. Dare priorità alla sicurezza significa che in futuro vivrai sereno, sapendo che la tua casa è intatta.

Rispondi