Con i fili o senza?

E’ una domanda ricorrente, naturalmente è difficile rispondere senza valutare i rischi d’intrusione da tutti gli eventuali accessi all’abitazione, all’ufficio o all’azienda.

I sistemi antifurto si dividono in due macro categorie, quelli che nascono come impianti filari e quelli che nascono wireless, ma in entrambi i casi esiste la possibilità di rendere ibrido l’impianto collegando ad esempio il ricevitore radio alla centrale filare o aggiungendo un espansione filare alla centrale wireless.

L’installazione di un antifurto via filo o via radio dipende dalla possibilità di arrivare con i fili in determinati punti, che dovranno essere protetti per mettere in sicurezza l’ambiente. L’estetica inoltre ha un ruolo determinante.

 

Sono affidabili gli antifurti senza fili?

5 MOTIVI PER CUI I SISTEMI SICUREZZA NON FUNZIONANO A CASA

Ormai la tecnologia dei sistemi a radiofrequenza è consolidata ed ha raggiunto standard di sicurezza paragonabili a quelli con i fili: utilizzando frequenze intorno a 868Mhz si evitano i disturbi dovuti ad interferenze di altri dispositivi, come ad esempio i cancelli automatici che lavorano a 433Mhz, con codici di ridondanza e trasmissioni di stato in vita permettono di ottenere un elevata affidabilità.

Una scelta dettata dalle esigenze specifiche 5 MOTIVI PER CUI I SISTEMI SICUREZZA NON FUNZIONANO A CASA

Stabilire a priori quale sia la migliore marca è azzardato: la scelta deve prendere in considerazione l’affidabilità del prodotto, ma è più importante capire le necessità di chi dovrà utilizzare l’impianto.

Un impianto di allarme deve essere cucito come un abito sartoriale sulle specifiche necessità del cliente.

Il prodotto affidabile

Dopo un’accurata selezione ho selezionato alcune marche con le quali lavoro bene e soprattutto sono in grado di garantire affidabilità, versatilità e il massimo della sicurezza.

 

Rispondi